martedì 19 novembre 2013

Fenomeno Chiara Biasi.

Se anche voi la mattina appena sveglie passando davanti lo specchio vi tirate sul il pigiama e in posa plastica e sensuale a mò di Arnold Schwarzenegger state due secondi ad osservarvi la pancia per poi emettere un sospiro accompagnato da un'imprecazione, potete essere annoverate tra le vittime che il fenomeno Chiara Biasi sta mietendo quotidianamente. 
Non è un caso se la sua pagina facebook vanti quasi 117.000 seguaci e se la sua bacheca sia tempestata da imbarazzanti foto in cui persone apparentemente normali mandino la propria dignità a farsi fottere, come in questo, questo e quest'altro caso
Ho sentito e letto pareri contrastanti su di lei. Imprecazioni, innamoramento, tentativi di suicidio, odio, fanatismo, ossessione. Quello che accomuna tutte le reazioni è il fatto che, qualunque sia il proprio pensiero su di lei, inevitabilmente, amaramente, e spesso di nascosto, nessuno può fare a meno di dare ogni tanto una sbirciatina alle sue nuove pubblicazioni. Non negate, VI VEDO.
Le questioni sulle quali menti illuminate come la mia si sono interrogate notte e giorno è:
Cos'ha la Biasi che la rende così desiderabile?
Da dove deriva il magnetismo che fa della sua immagine il trend del 2013?
Com'è arrivata a questo punto?
Perchè quando metto il mascara mezzo kilo ne finisce sulla palpebra? 
E soprattutto..COS'HA LEI CHE IO NON HO?

L'ultima domanda è certamente formulata male. Piuttosto dovrei dire.. COSA HO IO CHE LEI NON HA? La risposta arriva secca come una palla da bowling sull'alluce: 35 kili in più.
Per il resto, c'è un fattore indiscusso che fa di lei il modello di ispirazione delle ragazze italiane: è FIGA.
E' figa ed è una di noi, è raggiungibile. Le foto che pubblica con una costanza di 34 secondi non le scatta Demarchelier, sono selfies che si spara allo specchio, magari struccata o infagottata, riuscendo ad apparire com'è, e non così:
La sua non è un'immagine fatta di lustrini e swarovski, lei incarna lo scazzo e la nonchalance che vorremmo possedere quando ci infiliamo la tuta per andare all'università o la piega non mantiene e ci tocca uscire con una treccia spettinata incrociando le dita con la speranza di non sembrare un clochard. 
Ha un fidanzato fashion quanto lei e ora anche delle nuove tette (bruttine, se posso.)
E a quelle che la insultano accusandola di non avere talento ma una fama immeritata rispondo: Chiara Biasi è quello che ci meritiamo. Perchè dubito che qualcuna delle sue fan segua con la stessa dedizione il tg1..
E quindi no che non ti molliamo, Chiara mia, chapeau!

8 commenti:

  1. Raggiungibile? Forse per quelle come lei che hanno la mamma e il papino che le danno i soldini per comprarsi i vestiti firmati...senza i soldi delle loro famiglie ste fashion blogger non erano nessuno .... !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, perdonami, ho usato un termine inappropriato.
      Intendevo dire che non è emersa tramite mezzi televisivi o perchè figlia d'arte..diciamo che è una comune figlia di papà che sa vendersi bene, ecco!

      Elimina
  2. troppo bella Chiara Biasi è un esempio di fashion blogger!
    passa da me, nuovo post!http://sabrinavinciguerrablogdimoda.blogspot.it/2013/11/saturday-night.html

    RispondiElimina
  3. ...BELLISSIMO E SIMPATICISSIMO QUESTO ARTICOLO E SOPRATTUTTO VERISSIMO!!!

    http://7mfashion.blogspot.it/

    RispondiElimina
  4. Ahahha sei fantastica! Personalmente non sono una fan di chiara ma tu hai fatto il punto della situazione e non hai sbagliato nulla!
    www.curlsandcarrots.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ooh grazie! non sai che gioia, essendo un tema ''scottante'' avevo paura di non riuscire ad esprimere tutto e correttamente, ma sembra il messaggio sia arrivato :)
      Leggo un ''curls'' nel tuo nome che mi interesserebbe e non poco, ti seguo!

      Elimina
    2. Grazie Carla! ;) Contraccambio!

      Elimina